Immunologia: Sistema immunitario e suo depotenziamento/ potenziamento

In base ai dati raccolti durante la sua attività professionale, la dott.ssa Vitale ha approfondito le considerazioni su questa problematica di forte attualità.

SURRENE e STRESS

Importante per un buon equilibrio del sistema immunitario è la situazione energetica del surrene di un individuo. Il surrene è un organo costituito da due ghiandole ad attività endocrina, responsabili della regolazione della risposta allo stress. In condizioni di stress fisico o psichico, è il sistema nervoso simpatico a mettere in atto la risposta "lotta o fuga" per fronteggiare la situazione di stress, ed il principale organo stimolatore è il surrene, esso pompa letteralmente i suoi ormoni nel circolo sanguigno per potenziare e prolungare gli effetti dei neurotrasmettitori prodotti dal sistema nervoso simpatico.

Una quantità moderata di stress non ha effetti negativi anzi, è considerata uno stimolo positivo, ma quando lo stress diventa continuo, il carico per le surrenali diventa eccessivo, e queste iniziano a perdere la loro efficienza.

Confermando quanto già trattato sull’argomento, vorrei riflettere sulle cause che portano a stressare e rendere poco efficienti le nostre surrenali.

Siamo abituati a pensare a cause quali:

- Interazioni con i parenti, gli amici, i colleghi

- Periodi di intenso lavoro

- Situazioni di forti dispiaceri e dolori

- Qualsiasi situazione di tipo emotivo mal controllata

A queste dobbiamo aggiungerne altre su cui meno ci si sofferma

L’intolleranza alimentare può essere causa di stress per l’organismo e ogni individuo risponde ad essa in dipendenza della potenza energetica costituzionale e contingente delle proprie ghiandole surrenali. Quando queste sono depauperate nella loro energia vitale, l’individuo è stimolato a sopperire a questo apporto energetico diminuito attraverso bevande stimolanti e mangiando più spesso. Ma anche le surrenali possono essere in parte potenziate attraverso una migliore scelta degli alimenti personalizzando la propria dieta e preferendo cibi meglio tollerati dall’organismo e per questo energizzanti (apportatori di energia). Infatti alimentarsi con alimenti ai quali si è intolleranti rappresenta uno stress aggiunto con conseguenze sulla energia dell’organismo in toto.

L’interazione dell’organismo con campi elettromagnetici di varia origine può essere causa di stress: esso provoca squilibri di natura energetica nel delicato ecosistema intestinale. Tra le conseguenze ci sono infiammazioni, depotenziamento del sistema immunitario intestinale, aumento di intolleranze alimentari, stanchezza immotivata, squilibri emotivi.

Da queste riflessioni si deduce che una maggiore attenzione alle scelte alimentari, una attenta osservazione dello stato energetico degli organi e un potenziamento di essi attraverso drenaggi di depurazione rappresentano una possibilità accessibile a tutti per un innalzamento delle difese immunitarie del proprio organismo con interessanti miglioramenti del proprio stato di salute. “DIETA WIVA” con il suoi percorsi di approfondimento nutrizionale ed energetico può rappresentare un punto di partenza valido per diminuire gli stati di stress aumentando le proprie possibilità di difesa immunologica.

SISTEMA IMMUNITARIO COME UN ESERCITO DI GUERRIERI

Siti di difesa dell’organismo

Di facile intuizione sarebbe paragonare il sistema immunitario ad un esercito di guerrieri che formano delle postazioni di controllo e di difesa che, nel caso del nostro organismo, sono rappresentate da pelle, lacrime, saliva, tonsille, milza, linfonodi, fegato, succhi digestivi, succhi gastrici, succhi intestinali.

Attacchi numerosi e continui

Il sistema immunitario è sempre in atteggiamento di difesa, pronto a respingere ogni attacco di offesa verso il nostro organismo. Gli attacchi a cui l’organismo è sottoposto sono diversi, numerosi e continui, basti pensare a batteri, virus, età avanzata, difetti genetici, agenti cancerogeni, deficienze alimentari, contaminazioni, tossine, stress da fatica fisica, stress emotivo, stress da elettrosmog. Ma i guerrieri del nostro esercito sono tanti, diversificati nelle loro mansioni operative e il controllo delle linee di difesa è vigile e costante; può capitare, però, che ad un certo momento della nostra storia vitale, le offese si sommino per vari eventi, contingenti e non, per cui l’esercito viene sconfitto e avviene la malattia. In effetti, questa altro non è che la sconfitta del nostro sistema immunitario all’assalto prolungato e a volte troppo invasivo da parte dei fattori di offesa che prevalgono e vincono la battaglia. Ma il sistema immunitario potrà riorganizzarsi se viene aiutato a ripulirsi degli agenti di attacco; potrà ricominciare a funzionare con maggiore efficienza e vincere la guerra.

Malattia autoimmune? probabile che si attui in un organismo in cui il sistema immunitario prevale talmente tanto nella sua azione di difesa/offesa da non riconoscere più i veri nemici sì da combattere in modo sproporzionato.

Calo delle difese immunitarie? Probabile che si attui in un organismo che comincia a non sostenere in maniera adeguata i vari attacchi di offesa e il nostro esercito ha delle perdite tra i suoi guerrieri.

Che fare? Non bisognerebbe mai perdere di vista la potenzialità di guarigione del nostro organismo che può dare al suo esercito di difesa immunitaria la possibilità di riassestare le sue fila di guerrieri nella sua efficienza. Ciò si attua anche ripristinando le vie di fuga (o meglio di eliminazione) per questi agenti invasivi e nemici attuando un buon drenaggio delle vie linfatiche, depurando il sistema renale, l’epato-biliare e il pancreatico, riequilibrando l’ecosistema intestinale (vedi percorsi nutrizionali “DIETA WIVA”). Il rapporto consueto con il proprio medico sarà di conferma degli avvenuti miglioramenti avvenuti nello stato di salute della persona.

*NOTA: Grande importanza assume lo stato della mucosa gastro-intestinale che, se infiammata, diventa sempre più permeabile*, portando a:

  • Malassorbimento dei vari nutrienti indispensabili per il corretto svolgimento delle reazioni metaboliche
  • Sovraccarico degli organi emuntori (principalmente menzioniamo fegato, reni, intestino, polmoni, pelle)
  • Disbiosi intestinale
  • Squilibrio del GALT (Sistema Immunitario Intestinale).

Ma l’epitelio della mucosa intestinale ha maggiori possibilità di riformarsi correttamente quando non è più sollecitato ad infiammarsi a causa di una errata alimentazione, e ciò comporta un miglioramento dello stato di benessere individuale

Se si parla di antigeni, si parla di tutti quei nemici che attaccano il nostro sistema di difesa e i cui guerrieri sono rappresentati da macrofagi, granulociti, linfociti, monociti, anticorpi...


ma queste sono nozioni che, seppur importanti, si possono apprendere facilmente dai testi di immunologia.Partendo dalla considerazione che a volte tanti nomi sono difficili da ricordare e da comprendere nelle loro specifiche funzioni, io ho cercato espressioni semplici, senza prescindere dalla scientificità e dalla esattezza dei contenuti.